riabilitazione

La Riabilitazione Neuropsicologica

, , ,

La riabilitazione neuropsicologica fonda i suoi assunti teorici sul concetto di plasticità cerebrale, ovvero sulla capacità del cervello di modificarsi e ristrutturarsi in risposta all’ambiente e ai nuovi stimoli. I trattamenti riabilitativi mirano a potenziare le funzionalità carenti, incrementare le risorse cognitive residue, e a sviluppare nuove abilità o strategie compensatorie.

Continua a leggere

SCLEROSI MULTIPLA

, , , ,

Il tema della Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla (WorldMSDay 2020) di quest’anno è quello delle connessioni “I connect, we connect” (#MSconnections), per non lasciare sole le persone affette da questa patologia, e come ogni anno lo scopo di questa giornata è quello di informare e sensibilizzare sulla sclerosi multipla.

C’è un aspetto che ancora spesso passa in sordina, che può causare difficoltà nel funzionamento quotidiano, sociale e professionale, ed è quello della compromissione cognitiva.

Continua a leggere

ADHD e linee guida per la gestione durante la pandemia COVID-19

, , , , , ,

Vediamo insieme delle linee guida pensate per la gestione quotidiana delle persone con ADHD durante la pandemia da COVID-19.

traduzione dall’articolo: https://www.thelancet.com/journals/lanchi/article/PIIS2352-4642(20)30110-3/fulltext

La pandemia del coronavirus 2019 (COVID-19) sta creando sfide senza precedenti a tutti i livelli della società.

Gli individui con disturbi del neurosviluppo, come il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), sono particolarmente vulnerabili al disagio causato dalla pandemia e dalle misure di distanziamento fisico e potrebbero mostrare un aumento dei problemi comportamentali.

Continua a leggere

COVID-19: parlano i neurologi italiani

, , , , , ,

Da un recente articolo pubblicato su Neurology Today, un gruppo di neurologi del Nord-Italia approfondisce le conseguenze del COVID-19 sul Sistema Nervoso Centrale, in sindromi non ancora ben definite.

Continua a leggere

Lo stress al tempo del COVID-19: effetti sulla gravidanza e consigli su come gestirlo

, , , , , , ,

È opinione popolare che lo stress faccia male, ma come? Ed è vero?

Il periodo che stiamo vivendo ci pone quotidianamente di fronte ad avversità e stimoli negativi. Al telegiornale sentiamo un numero sempre crescente di contagiati e deceduti a causa del virus Covid-19, siamo costretti all’isolamento sociale, e le poche volte che usciamo di casa per rifornirci di beni essenziali, ci rendiamo conto della desolazione di vie solitamente trafficate e piene di gente.

Che effetto ha tutto questo su di noi?

Continua a leggere

Gli inganni della nostra mente

, ,

Cosa direste se vi dimostrassi che la vostra mente vi inganna e che non potete fidarvi dei vostri sensi? Il cervello è davvero una macchina così perfetta come crediamo? Continuate a leggere per scoprire solo alcuni degli inganni della mente.

Continua a leggere

La riserva cognitiva: un alleato contro l’Alzheimer

, , , ,

È appena passata la giornata mondiale dell’Alzheimer e qui abbiamo scoperto quali sono i segnali della malattia da riconoscere. In questo nuovo articolo scopriamo un prezioso alleato contro l’Alzheimer e tutte le demenze: la riserva cognitiva.

Continua a leggere

I 10 campanelli d’allarme dell’Alzheimer

, ,

L’Alzheimer è una patologia progressiva e degenerativa del sistema nervoso, e la più comune forma di demenza, destinata con il tempo a diventare altamente invalidante. La progressiva perdita di neuroni, sia della corteccia cerebrale che dei nuclei più profondi, soprattutto dell’ippocampo, porta a diverse difficoltà e a deficit cognitivi. Un tempestivo riconoscimento di tali deficit può […]

Memento, analisi del film

,

Memento: l’incapacità di ricordare e di dimenticare

Memento si insabbia nella mente profondamente distorta e traballante di Leonard, un uomo afflitto dal passato che non conosce futuro, afflitto da due problemi paradossali: non riuscire a ricordare e non riuscire a dimenticare.

Non c’è persona a cui il protagonista di Memento non racconti la sua patologia, il suo disturbo è la sua carta d’identità, la sua stretta di mano. È affetto da un deficit dell’apprendimento di nuove informazioni, amnesia anterograda; il paziente affetto da questa patologia non ricorda nulla di quello che è accaduto dopo l’evento patologico, non riesce a ricordare da un momento all’altro i volti o i nomi delle persone che lo circondano e non riesce ad apprendere nuovi percorsi perdendosi in ambienti nuovi.

Continua a leggere